Un mare di birra: la crociera della birra artigianale

0

Si è svolta nei giorni scorsi la crociera della birra artigianale: “Un Mare Di Birra“, questo il nome della manifestazione, per una crociera che è salpata dal porto di Civitavecchia grazie all’organizzazione di Publigiovane Eventi. L’appuntamento, giunto alla terza edizione, va in scena una volta ogni cinque anni, e si è svolto sulla Cruise Roma, vale a dire la nave ammiraglia di Grimaldi Lines, che viene usata per la rotta tra il porto laziale e quello di Barcellona, in Spagna: un ottimo ritorno pubblicitario, in virtù di un evento a dir poco speciale.

I partecipanti, che si sono accaparrati i biglietti spendendo un po’ meno di 300 euro, hanno potuto beneficiare di pernottamento, prima colazione e all you can drink. Proprio così, una formula speciale: non mangi tutto quello che riesci, ma bevi tutto quello che riesci. Ai presenti sono stati messi a disposizione una taschina e un bicchiere in ricordo della crociera, oltre a un diario di bordo. Nel corso del viaggio, è stata presentata una selezione di alcune delle birre artigianali migliori: i turisti hanno avuto l’opportunità di degustare e assaporare con caCruise-Roma-Grimaldi-Lines-877x587lma e piacere prodotti brassicoli provenienti dal nostro Paese ma anche dall’estero, sempre all’insegna dei più elevati standard di qualità, nel contesto di un viaggio che ha coinvolto tutti i sensi.

La presenza di un beer taster conosciuto in tutto il mondo come Lorenzo Kuaska Dabove ha contribuito a impreziosire la rassegna. Tra i birrifici italiani che sono stati presenti a bordo della crociera della birra artigianale, è opportuno menzionare Birrificio Italiano, Almond ’22, Hilltop, Foglie D’Erba, Cane Di Guerra, Croce Di Malto, Birra Perugia ed Eastside, mentre tra quelli stranieri sono stati molto apprezzati De La Senne, proveniente dal Belgio, Other Half, proveniente dagli Stati Uniti, Selezione Franconia, proveniente dalla Germania, Brewski, proveniente dalla Svezia, Ales Agullons, proveniente dalla Spagna, Artezan, proveniente dalla Polonia, Amager, proveniente dalla Danimarca, Fyne Ales, proveniente dalla Scozia, Kees, proveniente dai Paesi Bassi, Lervig, proveniente dalla Norvegia, e Magic Rock, proveniente dal Regno Unito.

Al mattino sul ponte è stato allestito il Breakfast Pub, mentre al pomeriggio si poteva bere nel Cruise Pub; di notte, poi, ancora sul ponte era disponibile l’Afterhour Pub.

About Author