Nave da crociera, curiosità nascoste

0

Quando si sale su una nave da crociera è tutto bellissimo, luccicante, in ordine. Una vetrina scintillante allestita con cura e nei minimi particolari. Ma c’è sempre qualcosa che sfugge al passeggero incantato da tanta bellezza.

Ecco quali sono quindi le piccole curiosità da conoscere.

Lati nascosti da scoprire su una nave da crociera

Le cabine di una nave da crociera, per quanto spaziose o comode, devono necessariamente “nascondere” alcuni oggetti, perché adottare soluzioni salva-spazio è indispensabile per garantire il massimo del comfort agli ospiti. Allora quello che spesso sfugge e che dietro armadi o sulle pareti ci sono spesso contenitori nascosti, dove trovare prese elettriche, campioncini di benvenuto per la toilette e addirittura cuscini alternativi, più alti o più bassi, nel caso quello posto sul letto non sia di proprio gradimento.

Non tutti sanno che soffrire di nausea su una nave da crociera è un fenomeno comune. Per questo motivo esiste un medico di bordo che, se chiamato, si reca in prima persona alla cabina del passeggero, per portare medicinali e crackers da sgranocchiare. Buono a sapersi se si dimentica di portarli in borsa o di correre in farmacia per acquistare i vari prodotti.

Il cibo offerto su una nave da crociera è talmente abbondante che addirittura si rischia di non gustarlo tutto. Quindi il piccolo segreto da adottare è questo: se il buffet nella sala più affollata è sempre pieno di gente, si può richiedere il servizio in camera e farsi portare il piatto che si preferisce. In molte navi inoltre, ci sono sui ponti dei distributori di gelati ad uso gratuito, di cui poter approfittare liberamente.

Per quanto riguarda le bevande, è noto per tutti che non si può salire a bordo con bottiglie di bevande alcoliche. Su alcune navi però, è concesso lo champagne che invece, acquistato durante la navigazione, ha un costo realmente elevato. Inoltre quando si cena, è preferibile prendere una bottiglia intera di vino e non un paio di bicchieri, perché costa meno. Ma se il vino avanza? Forse non tutti sanno che si può tranquillamente portare in camera. Quando ci si trattiene al bar per un drink, è bene sapere che le consumazioni alcoliche sono a pagamento ma the o succo di frutta di solito non lo sono.

>>LEGGI ANCHE: Abbigliamento crociera: come vestirsi e cosa portare<<

Messaggi in codice. Piccoli segreti meno spassosi da conoscere ma comunque utili, quando si tratta di partire in crociera: ebbene, i membri dell’equipaggio parlano tra loro scambiandosi codici verbali. Per l’allarme antincendio ad esempio, su alcune navi la parola d’ordine è “Alpha” oppure “Bravo!”. Emblematiche le navi Disney, il segnale d’allarme è “Red Party”.

La minaccia alla sicurezza della nave, spesso è “Charlie” mentre l’emergenza medica è “Codice blu” oppure “Star code”.

Pericolo di collisione oppure di forte vento è “Echo” mentre il rischio biologico è “Delta”.

Mr Bob” è l’uomo in mare, “Zulu” se c’è una rissa a bordo e “Purell” se qualcuno non ha fatto in tempo a chiamare il medico di bordo e ha vomitato.

Share.

About Author